Mostra personale alla Sala d’Arte della associazione Commercianti,

via Fillungo, 21.
Lucca, maggio 1974

Presentazione di Lamberto Tessandori.

E’ assai difficile presentare una giovane pittrice alla sua prima pubblica; lo si fa solo quando ci si crede e si è convinti di aprire una finestra sul futuro.
Nella pittura della Guarnaschelli si potrebbe, anzitutto, individuare una sentita ricerca stilistica, che si sforza però di superare il particolare. La varietà dei temi affrontati, l’impiego di una vasta gamma di colori e la cura quasi ossessiva nella ricerca degli effetti luminosi, confermano infatti questo sforzo di ricerca.

Ciò che comunque colpisce di più, nei lavori della Guarnaschelli, è il constatare che lo studio accurato si trasforma in affetto per le cose trattate, in un affetto semplice per le cose semplici. E’ in questa fase che si crea il connubio tra realtà, stile e fantasia. La pittrice assimila in sé ciò che sta elaborando e lo trasforma e colora sul mondo in cui sente l’oggetto del suo lavoro.


Scopriamo cioè un realismo fantastico la cui componente spirituale risiede proprio nell’umanità della pittrice, che ci fa partecipi di un mondo giovane, puro ed ideale.
Considerando l’Arte come la più alta espressione di valori, siamo certi che la sensibilità che traspare dai quadri della Guarnaschelli sia senza dubbio testimonianza insieme di talento e di umanità.

MORENA GUARNASCHELLI pittrice | web designer: Gaiamacchina